+ - =
+/-
Studio di Psicologia e Psicoterapia

la Terapia Sistemica

 

 

 

TERAPIA SISTEMICO RELAZIONALE - Che cos'è e come funziona

 

Etimologicamente la parola psicoterapia significa "cura dell'anima".

La terapia della psiche è realizzata con strumenti psicologici quali la parola, l'ascolto, il pensiero, la relazione, nella finalità del cambiamento consapevole dei processi psicologici dai quali dipende il malessere o lo stile di vita inadeguato della persona.

La psicoterapia ad indirizzo sistemico-relazionale considera la persona portatrice del malessere come membro del sistema in cui vive.

 Il sistema famiglia ha un grande potenziale che è quello di essere in grado di aiutare il paziente a gestire e risolvere il suo malessere, rendendo la sua vita più funzionale. Specialmente in casi che riguardano i bambini o gli adolescenti (ambiti in cui la terapia familiare risulta un approccio particolarmente valido), si possono manifestare blocchi evolutivi che possono ridursi sino a scomparire completamente lavorando con le famiglie.

  

In questa ottica, le tecniche che si utilizzano hanno per obiettivo la modificazione di alcune regole del sistema, ovvero delle modalità di comunicazione e di interazione tra i membri che sembrano non portare ai risultati sperati.

  

Il primo incontro tra psicologo e paziente viene definito di consulenza psicologica, in quanto si tratta di un incontro conoscitivo in cui il paziente espone la sua situazione ed il motivo per cui ha richiesto una consulenza. Ad esso possono fare seguito altri incontri di consulenza o, qualora il terapeuta ritenga che ce ne siano le condizioni, l’inizio della psicoterapia.

  

La psicoterapia è un percorso che presuppone un orientamento ed un impegno congiunto del terapeuta e del o dei pazienti. Gli obbiettivi del percorso sono concordati insieme durante la consulenza psicologica.

 

 

L'APPROCCO SISTEMICO-RELAZIONALE

 

La psicologia e una scienza complessa, che contiene al suo interno molte anime. Ognuna di esse ha dato vita ad un approccio teorico, che permette di leggere il mondo dando risalto a particolari aspetti.

L’approcco sistemico-relazionale si concentra su quanto avviene nell’ambito delle relazioni umane. L’attenzione del terapeuta è rivolta, oltre che all’individuo, alle sue relazioni ed alle dinamiche tra individui.

 

Il nostro mondo sociale pone ognuno di noi al centro di una complessa rete di relazioni che ci influenzano e sono da noi influenzate.

Con il tempo le relazioni più importanti della nostra vita ci insegnano cosa possiamo e non possiamo fare, ci indicano le strade che possiamo percorrere e quelle che ci sono proibite. Questo lungo processo ci porta ad indossare delle lenti con cui leggiamo il mondo. La terapia sistemica lavora su queste lenti.

 

La terapia sistemico-relazionale definisce le realtà sociali in cui l’individuo è immerso sistemi, intendendo con questo termine “un tutto che funziona come un tutto in virtù dell’interdipendenza delle sue parti” (Rapaport A.).

La famiglia rappresenta uno dei più importanti sistemi di cui facciamo parte: è il primo che conosciamo e lo portiamo dentro di noi per tutta la vita.

Quelle con i membri della nostra famiglia d’origine sono relazioni specifiche, uniche e necessarie per lo sviluppo di ogni individuo.

 

È necessario evidenziare che un lavoro terapeutico basato sul presupposto teorico descritto, può essere svolto anche alla presenza di un unico paziente. L'individuo è pur sempre un sistema, dotato di caratteristiche strutturali ed organizzative leggibili ancora con un paradigma sistemico.

Data la possibilità di operare utilizzando varie forme di psicoterapia (individuale, di coppia e familiare), il terapeuta valuta di volta in volta la scelta più idonea per ogni paziente.

 

La psicoterapia ad indirizzo sistemico relazionale si è molto diffusa in Italia e in Europa durante gli anni '80, in modo particolare nei servizi di salute pubblica, nel campo della patologia psichiatrica adulti, nella neuro-psichiatria infantile, nel campo delle tossicodipendenze e negli ultimi anni anche nelle problematiche che riguardano la separazione-divorzi e nelle problematiche scolastiche; inoltre nell'ambito della psicologia del lavoro ha trovato importanti e significative applicazioni.

E-mail Stampa PDF